un pivot radicale o un accordu troppu bonu per ricusà?

0
119

L’offerta di Telstra per un operatore di telecomunicazioni osbsure in u Pacificu di u Sud period probabilmente luntanu da a mente di u Primu Ministru Scott Morrison quandu si presentava per una cunferenza di stampa à a Loggia sta settimana per discute a pandemia COVID-19.

Ma dopu chì sta testa di punta hà rivelatu chì u più grande telefuninu è u guvernu di a nazione anu travagliatu in cuncertu per acquistà Digicel Pacific per by way of di preoccupazioni chì altrimenti puderia cascà in manu à a Cina, i ghjurnalisti anu persu pocu tempu à dumandallu.

Digicel hà beni di telecomunicazioni in u Pacificu è in i Caraibi.Creditu:Getty

A realità hè chì parte di u guvernu sò state fissate da mesi à a vendita di u telco, chì hè di pruprietà di u miliardariu irlandese Denis O’Brien. In segnu di quantu a situazione hè presa seriamente, u ministru di e Comunicazioni Paul Fletcher hà sfruttatu u veteranu di e telecomunicazioni Bob Mansfield à a wonderful di l’annu scorsu per tene cuntattu cù Digicel nantu à e transazzioni potenziali dopu chì i so negoziati cù una impresa di personal fairness sò andati.

U big telco di 44,7 miliardi di dollari ASX hà cunfirmatu e discussioni di l’affari lunedì matina dopu à una storia in U Sydney Morning Herald è L’età l’ultimu weekend, sorprendu micca solu i ghjurnalisti di a galleria di stampa, ma dinò l’industria di e telecomunicazioni è a cumunità d’investimenti.

Ùn hè micca difficiule di capisce perchè, perchè à u valore nominale, questu seria un pivot radicale per Telstra. U direttore esecutivu Andy Penn hà passatu l’ultimi anni à sbarrazzà è simplificà l’operazioni di a telco è cedendu i so assi non core. L’ultima volta ch’ellu hà pruvatu à allargà a portata di Telstra offshore – attraversu un acquistu abortatu di un operatore cellular di Filippine – hè statu severamente ammonitu da l’azionisti.

In a cunferenza di stampa, Morrison hè statu dumandatu se u guvernu puderia garantisce chì i contribuenti ùn perderanu micca soldi per a pruposta. “Hè una questione trà ellu è i so azionisti”, hà dettu u Primu Ministru à i ghjurnalisti, riferendusi à Penn. “Anu l’ubbiettivi cummerciali ch’elli perseguenu, è ùn m’aspettu micca ch’elli fessinu qualcosa chì ùn period micca in u so interessu cummerciale”.

Ma l’esercitu di Telstra di 1,2 milioni di azionisti à u dettagliu serà menu preoccupatu per i soldi di i contribuenti chì sò rischiati nantu à l’accordu è più preoccupati per i so propii. Telstra hà brusgiatu miliardi di miliardi in e so avventure offshore in u passatu.

U presidente di a sucietà John Mullen hà dichjaratu dopu chì a sucietà ùn hà da fà un investimentu chì ùn hà micca avutu un sensu finanziariu o ùn hà micca resu un ritornu. L’investitori puderanu esse perdonati per avè qualchì dubbitu.

‘Crerebbe vulnerabilità’

Denis O’Brien, un miliardariu irlandese è magnatu di i media, hà iniziatu à invià e so informazioni per i so Digicel Pacific è Digicel Caribbean à a mità di l’annu passatu, pocu dopu una ristrutturazione di u so debitu. Digicel hè statu inizialmente avvicinatu da Andrew Johnson, esecutivu di Kumul Telikom, chì travagliava cun un consorziu per assicurà interessi di capitale privatu per cumprà l’operazioni di u Pacificu di u Sud.

Di ghjugnu, period chjaru chì u guvernu federale australianu period interessatu è parechji mesi dopu hà numinatu i banchieri Macquarie John Pickhaver è Michael Milne per aiutà à un accordu potenziale. Dui impresi di personal fairness – Pacific Fairness Companions è Blackstone – anu fighjatu l’assi, mentre chì a prima facia parechje offerte, secondu parechje persone vicinu à e trattative.

U pruprietariu di Digicel, Denis O'Brien, hè un negoziatore espertu.

U pruprietariu di Digicel, Denis O’Brien, hè un negoziatore espertu.Creditu:Bloomberg

Ma ci hè ancu presu interessu da parte di l’operatori di telecomunicazioni di pruprietà cinesi cumpresi China Cellular è ZTE. Cum’è i sforzi di PEP sò stati rifiutati da O’Brien è da a so squadra à a wonderful di l’annu scorsu, a sucietà hà numinatu cunsiglieri l’antica tesoreria federale Joe Hockey, Bondi Companions.

Quandu e discussioni si sò piantate, u guvernu federale hà dumandatu à Bob Mansfield – un anzianu presidente di Telstra – di stà in cuntattu cù Digicel è di mantene lu in ciclu se un accordu di una entità internaziunale period vicinu. Ma hè statu solu in ghjennaghju di questu annu chì Digicel hè statu finalmente avvicinatu da Telstra nantu à a prospettiva di fà un accordu per acquistà l’operatore cellular dominante in Fiji, Papua Nova Guinea, Nauru, Samoa, Tonga è Vanuatu.

Fonti familiarizati cù l’offerta fatta da Telstra è u guvernu federale anu dettu chì vale circa 2 miliardi di dollari. Sutta a pruposta, Telstra spenderà trà 200 è 300 milioni di dollari di i so soldi mentre u guvernu furnisce un prestitu per u restante 1,5 miliardi di dollari. Quellu prestitu duveria esse rimbursatu per un periodu cù un tasso d’interessu di 3 per centu. Saria furnitu da l’agenza di creditu à l’esportazione di u guvernu, chì pò furnisce prestiti è garanzie à l’imprese australiane per prughjetti d’oltremare.

L'anzianu presidente di Telstra Bob Mansfield hè statu sfruttatu da Paul Fletcher per aiutà cù e trattative di Digicel.

L’anzianu presidente di Telstra Bob Mansfield hè statu sfruttatu da Paul Fletcher per aiutà cù e trattative di Digicel. Creditu:Nicolas Walker

L’offerta hè sottumessa à due diligence ma, se riesce, darà à Telstra u cuntrollu di u più grande operatore di telefuninu in u Pacificu di u Sudu, chì gestisce ancu un serviziu di TV pagata, un canali TV gratuiti è servizii Web.

Digicel hè ancu pruprietariu di una impresa caraibica è hè in trattative avanzate per vende à Moscow Telecom.

Da a perspettiva di u guvernu, a scumessa geostrategica hè alta. L’Australia (è i Stati Uniti), ùn volenu micca chì a Cina stende a so influenza in u Pacificu di u Sud.

Michael Shoebridge, direttore di u prugramma di difesa è di securità naziunale à l’Istitutu di Pulitica Strategica Australiana, hà dichjaratu chì ci period troppu risichi per lascià à una sucietà statale cinese guadagnà un postu in u Pacificu di u Sud cuntrullendu i beni di telecomunicazioni principali.

Ellu disse chì e cunsequenze seranu assai peghju di a recente onda di piratoghji nantu à i sistemi Microsoft Alternate, chì una coalizione di paesi sta settimana hà attribuita à a Cina. Ghjè perchè a Cina puderia accede à i dati attraversu a porta d’entrata, hà dettu. “Crerebbe vulnerabilità assai più grande di e chjaru vulnerabilità da u pirate informaticu”.

A Cina hà allargatu a so influenza in a regione in l’ultimi anni furnendu prestiti è aiuti stranieri à i picculi paesi di u Pacificu è cumprendu beni strategicamente impurtanti cum’è i porti. U guvernu federale hà digià spesu guasi 100 milioni di dollari annantu à un cavu sottumarinu da l’Australia à a Papua Nova Guinea è l’Isule Salomone per impedisce à a telco cinese Huawei di guadagnà un postu in u Pacificu. Un acquistu potenziale di Digicel Pacific da una entità cinese aghjunghjeria e so preoccupazioni.

Questu mette ancu O’Brien in una pusizione difficiule: mentre u prezzu pò esse ghjustu cù una sucietà russa o cinese, risica di scunvince rivali geopolitichi cum’è i SU è l’Australia.

Eppuru, se l’accordu avanza, ci ponu ancu esse sfide per Telstra. E rete Digicel funzionanu cù apparecchiature furnite da Huawei chì sò state sbarrazzate senza cerimonie da u mercatu australianu 5G è da furnisce a rete à banda larga naziunale da u guvernu federale.

A relazione Ericsson hè stata fruttuosa per Telstra ma purtendu Digicel in u so postu vedrà chì a telco hà da mantene una rete chì funziona cù l’equipaghji di Huawei. Cusì, purtendu Digicel in a piega puderia almenu furnisce una altra distrazione chì Telstra puderia fà senza.

‘Situazione cumplicata’ per l’azionari

Ancu cù i so vantaghji di sicurezza naziunale, l’accordu hà alzatu l’ochji trà l’osservatori di Telstra sia in l’industria di telecomunicazioni sia in i mercati finanziarii.

E ricerche di Ord Minnett, luni scorsu, anu dichjaratu chì a transazzione cuntribuisce à un aumentu di 5 per centu à u prufittu netu dopu l’impositu in u 2022, è di 4 per centu in u 2023. Ma questu period basatu annantu à l’ipotesi chì qualsiasi soldi pagatu da u guvernu ùn averia micca bisognu di esse rimbursatu.

In l’ultimi anni, Penn s’hè focalizatu nantu à a simplificazione di l’operazioni spargugliate di Telstra chì a sucietà cunfronta a perdita di u so monopoliu à l’ingrossu di a linea fissa per a Rete Naziunale di Banda Larga è margini assai più stretti in u mercatu cellular altamente cumpetitivu.

L’acquistu di un novu patrimoniu, in particulare unu cume Digicel Pacific, va in cuntrastu cù l’ethos più magru è più in forma Telstra hà vulsutu prughjettà. E recenti avventure internaziunali di u telco ricordanu tutte à un tempu quandu circava disperatamente vie per cresce.

Caricamentu

L’investitore Mutual senior portfolio supervisor, Daniel Moore, hà dettu chì l’accordu Digicel period una “situazione cumplicata”.

“Cum’è azionisti, pigliemu assai cunfortu chì John Mullen hè u presidente è hè statu dimustratu per esse assai disciplinatu è focalizatu nantu à i rendimenti. Hà pigliatu bone decisioni strategiche durante u so mandatu “, hà dettu. “Dopu chì a sucietà hà un bilanciu assai forte postu a vendita di a torre cellular, anu un numeru di opzioni di gestione di capitale, avemu fiducia in John è u cunsigliu hà da piglià a bona decisione per l’azionisti”.

Telstra hà sempre una forte presenza internaziunale è hè in traccia di separà sta divisione da u so core enterprise in u quadru di una ristrutturazione legale. Questa divisione cuntene una grande rete di cavi sottomarini chì hà licenze in Asia, Europa è i Stati Uniti. U valore in questa divisione vene da gestisce trafficu di dati per i clienti principali di a cumpagnia cumprese Google, Fb è Microsoft.

Hè una zona di focu aumentatu per Telstra, chì prima di questu annu hà cunsideratu una fusione cù l’operatore basatu in Hong Kong PCCW World. Fonti vicine à l’accordu, chì ùn eranu micca autorizate à parlà publicamente, anu indicatu chì l’interessu di Telstra in Digicel period di diversificà a so attività internaziunale è di aumentà a so impronta geografica.

Un affare riesciutu aghjunghjeria una rete di telefuninu 3G è 4G, cavi sottumarini in a regione, 975 torre di cellule in Papua Nova Guinea, TV è servizii à banda larga à a divisione internaziunale di Telstra. Hà 2,5 milioni di clienti è guasi 2000 impiegati.

Alcuni cuncurrenti è investitori sconcertati da a cunferma di sta settimana di trattative si dumandanu s’ellu ci manca qualcosa in u quadru chì a spiegaria megliu: un quid professional quo cù u guvernu chì pò esse accadutu per sigillà u partenariatu è chì hà purtatu Telstra à a tavula di negoziazione .

A maiò parte di l’osservatori sò cunvinti chì Telstra hà fattu unepoche di negozii chì participanu à NBN Co. Ma dicenu chì hè improbabile chì u guvernu dessi à Telstra qualcosa chì influenzi a cumpetizione futura in u settore australianu. Telstra hà pruvatu à monetizà finu à 5,5 miliardi di dollari di redditi futuri da pagamenti di rete à banda larga naziunale in u 2017, ma hè statu prestu chjusu. Pò esse rivisitatu questu affare?

Caricamentu

Altri anu assicuratu chì Telstra averia vistu questu cum’è un duvere patriotticu, una visione chì hè persista in l’anzianu monopoliu di u guvernu ancu dopu ch’ellu hè statu privatizatu.

Un bonu tempu per vende

Mentre fonti vicine à Digicel dicenu chì un accordu ùn hè micca urgente o imminente, hè un bonu mumentu per O’Brien per vende. Mentre a so telco hà un potenziale di crescita cruda, hà livelli elevati di debitu è ​​i so guadagni sò stati più debuli per by way of di a pandemia di coronavirus. Hè ancu una cumpagnia dura da gestisce in una pandemia da Dublinu, induve O’Brien (un tipicu dirigente praticu) hè basatu.

Alcune determine anziane di u guvernu anu ancu avvertitu O’Brien, un omu d’affari astutu, puderia aduprà tensioni trà l’Australia è a Cina cum’è ghjocu opportunisticu per maximizà u so prezzu di uscita.

Qualunque sia u casu, a mossa da u guvernu per aiutà in un accordu corporativu per ragioni geostrategichi pare senza precedente in Australia, almenu in memoria recente. L’azionari ponu sperà solu ch’elli ùn seranu micca lasciati tenendu u saccu.

“Saria statu qualcosa chì unu seria andatu più luntanu in discussione cun s’ellu ùn period micca un interessu di u guvernu? Probabilmente micca “, u presidente di Telstra Mullen hà dettu sta settimana. “Dittu chistu, pudete aiutà u vostru guvernu suvranu in tempi, particularmente se website un fornitore d’infrastruttura critica? Ebbè benintesa si pò. “

A publication di Enterprise Briefing offre storie principali, copertura esclusiva è opinione di esperti. Iscriviti per uttene ogni mattina di a settimana.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here